martedì 21 novembre 2017    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
Banners
AutoService

Enter Title Riduci

IMPRENDITORI E ARTIGIANI CONTRO LA CRISI

A Sirmione una nuova associazione di categoria per la valorizzazione del territorio

La realtà associativa del Lago si arricchisce di una nuova protagonista. Si tratta dell' associazione Imprenditori ed Artigiani Sirmionesi, ente senza scopo di lucro che rappresenta le imprese artigiane e quelle appartenenti al settore dell'industria e dei servizi, con sede o distaccamenti nel territorio di Sirmione. 
Costituita formalmente
all'inizio di quest'anno, ma già da tempo nelle intenzioni dei promotori, l'associazione imprenditori e artigiani si fa portavoce delle istanze e proposte delle imprese locali, che costituiscono una fetta rilevante dell'economia del lago, speculare a quella turistica degnamente rappresentata
dall'associazione Albergatori e Ristoratori. 
Tra gli obiettivi prefissati dal neonato organismo di categoria, figurano anzitutto la volontà di promuovere la piccola e media attività industriale, attraverso la collaborazione con gli enti locali e le autorità, la pubblicazione di studi e indagini, la consulenza e l'internazionalizzazione delle imprese. Un passo importante è l'agevolazione delle forme di credito, attraverso un rapporto di mutua fiducia con gli operatori finanziari, per dare ossigeno alle imprese soprattutto in questo momento
di difficile congiuntura economica. 
Fanno
parte del consiglio direttivo Domenico Agostino Domenegoni, Alessandro Duina, Giovanna Domenegoni, Valerio Limardo, Leonardo Lunardi, Susanna Michelucci, Fabrizio Oliosi, Gabriele Parolini, Gianfranco Pasini e Luigi Zaffaina, presieduti da Orazio Andretto. Il presidente, titolare da più di dieci anni di un'impresa di riparazioni e assistenza auto, fa conoscere ai lettori di
Dipende la nuova associazione.
Presidente
Andretto, come nasce l'idea di questa
iniziativa consociativa?
"Tutto parte dalla felice intuizione di un gruppo di imprenditori sirmionesi, che considerano la ricerca dell'innovazione come la strada più sicura e duratura per uscire dalla crisi economica attuale. Mettersi insieme per "fare squadra" è una necessità per chi opera sullo stesso territorio ed affronta ogni giorno i medesimi problemi. Cercare nuove soluzioni ai problemi di sempre è la carta vincente per puntare al futuro con ottimismo e con reali possibilità di successo. In un momento poco favorevole per l'economia, che valore ha il motto "l'unione fa la forza"? L'ho sempre
sostenuto anche in tempi migliori, ma si sa che quando le cose vanno bene si tende a dimenticarlo. Oggi invece unire energie e risorse è la soluzione quasi obbligata per restare competitivi. La nostra Associazione ha esattamente questo come obiettivo principale."
Spesso sono le imprese artigiane e di piccole dimensioni a pagare il prezzo più alto della crisi: che tipo di proposte per fronteggiarla?
"Anche se non è facile, bisogna aver fiducia ed investire nella propria azienda, ricercando l'innovazione, partecipando a corsi di formazione, ricorrendo al marketing ed utilizzando al meglio le moderne tecnologie. Per fare questo
occorre naturalmente una predisposizione positiva, vorrei dire "aprire la mente" e diventare manager di se stessi. Un obiettivo sicuramente impegnativo, che va supportato anche dalle banche in un percorso da fare insieme con reciproca fiducia."
Avete proposte di collaborazione con le altre associazioni di categoria per la valorizzazione del territorio comune?
"A Sirmione esiste da svariati anni una realtà consolidata l'Associazione Albergatori e Ristoratori, che riunisce tutte le imprese legate ai servizi turistici. Il collegamento con questa organizzazione viene quindi naturale. Noi vogliamo garantire servizio, qualità, efficienza e competenza a tutte le imprese turistiche, ma anche a tutte le famiglie residenti nel nostro comune." 
Per quanto tempo restano in carica gli organi rappresentativi? 
"A norma di statuto il presidente ed il consiglio direttivo, composto da altri 10 membri, restano in carica 5 anni. Un tempo più che sufficiente per esaltare la qualità e l'eccellenza delle nostre imprese Sirmionesi. Come fare a cogliere un obiettivo così ambizioso? Il mio motto è: dove c'è organizzazione c'è risultato". 
Com'è la realtà imprenditoriale di Sirmione?
"Abbastanza articolata e di livello medio/alto. Non siamo certamente indenni dalla crisi che sta attraversando la nostra economia. Tuttavia c'è molta voglia di fare, di uscire in fretta da una situazione di incertezza e disagio, non solo economico. Qualche spiraglio comincia a vedersi ed il nostro compito è quello di individuare le strade migliori per awiare ed alimentare la ripresa." 

Laura Spatocco

Stampa